Just a quick update!

Sorry if I haven’t been really active with this blog recently, I have been very busy with work to be prepared for the upcoming exams! But after the 12th of June (my last exam) I will be able to write more frequently on this blog and be more informed with latest London bus tender news!

Advertisements

Da violenti passati a millioni euroindustire: la storia del calcio


Con la coppa del mondo questo sport a lungo amato. Se amate il calcio, probabilmente siete solo conoscenza della sua storia, da tempi recenti. Ma il calcio ha una lunga, orribilmente violento, e estremamente interessante passato. E così comincia un racconto di come un violento contadina passatempo è diventato un’industria multi-milionario.

Athens FC ha avuto un chiaro vantaggio in altezza. Gun Powder Ma, CC BY-SA

Tracce di storia del calcio vanno molto, molto indietro. I greci avevano un gioco chiamato phaininda, che sembra avere atleti coinvolti hurling e cattura una palla (c’è un rilievo in marmo di questo nel Museo Nazionale di Atene). Questo gioco può essere stato un precursore del harpastum gioco romano, dove un piccolo, duro palla è stata lanciata tra una folla di giocatori divisi in squadre.

Nel IX secolo in Gran Bretagna, un monaco registrato come ogni anno, il Martedì grasso la gioventù di Londra “sarebbe andato nei campi per giocare al famoso gioco della palla”.
La prima ‘mano di Dio’ registrata polemica nell’antica Roma.
A differenza di costose attività di corte come giostre, questi giochi necessaria alcuna attrezzatura specializzata ed erano quindi aperti a tutte le classi sociali. L’innovazione di un obiettivo (di solito un punto di riferimento locale di primo piano) può essere derivato dal “passaggio di armi” cavalleresco, un’esercitazione militare in cui un gruppo di cavalieri ha tentato di difendere la porta di un castello o una città dagli attacchi.

Calcio Mob

Il primo riferimento inequivocabile al calcio in Inghilterra è un atto per preservare la pace a Londra (datata 13 aprile 1314), che prende atto della “grande clamore in città, attraverso alcuni tumulti derivanti dalla impressionante di palloni da calcio di grandi dimensioni nei settori pubblici”. Che il calcio potrebbe portare a lesioni gravi o morte è confermata dai record. Nel 1321, per esempio, un giocatore morto per ferita subiti dopo aver accidentalmente in esecuzione su un coltello inguainato.

Eppure, nonostante un susseguirsi di proclami reali promozione tiro con l’arco e uno statuto di 1409-1410 vietano operai e servitori di “giocare ai Balls”, questo gioco “comune, poco dignitoso, e senza valore” è rimasto sempre più popolare.

Il calcio è anche divertente; uno sport per spettatori in divenire. I pericoli del gioco, però, sono rimasti. Autorità civili nel 17 ° secolo Londra, Manchester, Grimsby e Clitheroe vietato di giocare a calcio nelle strade, temendo finestre e tumulti rotti.

Ah, il bel gioco.

Essi non venivano allarmista, come una sommossa istigata da calciatori nelle paludi solo pochi mesi prima dello scoppio della Prima guerra civile inglese dimostrato. Un altro disturbo è diventato un preludio alla seconda guerra civile: infelice che il Natale era stato abolito, rivoltosi a Canterbury usato una partita di calcio per attirare una folla indisciplinata alla loro causa.

Nel 18 ° secolo, le regole che ora riconosciamo in campo oggi, ha cominciato ad emergere. A un incontro è stato stabilito che “non sarà permesso due uomini a impegnarsi una sola”. «. Tutte le differenze che possono sorgere” Allo stesso modo, in una partita giocata a Ditchingham nel 1741, ci sono stati giudici il cui compito era quello di risolvere Entro la fine del 18 ° secolo, i membri dell’aristocrazia, desiderosi di avere una forza lavoro sana, iniziato a organizzare partite – spesso in concerto con i pubblicani locali. I premi in forma di cappelli sono stati forniti per i vincitori (perdenti tendevano a ricevere le calze).
Regole della scuola pubblici

Dal tardo 18 ° secolo e attraverso nel 19 ° secolo, una maggiore preoccupazione per l’ordine pubblico, stretta disciplina del lavoro, la recinzione delle terre e la migrazione verso le città ha portato ad un’erosione dei costumi popolari. Il calcio non è immune da questi cambiamenti.

Anche se il gioco ha continuato ad essere giocato in gare molto pubblicizzate, il calcio tradizionale era in declino. Allo stesso tempo, le scuole pubbliche, dove il calcio fino ad allora era stato considerato come gentiluomo e “adatta solo per i ragazzi macellaio”, iniziarono a codificare le regole dei loro giochi con la palla.

Hands On a Rugby. Lordprice Collection, CC BY-SA

A Rugby, regole scritte che hanno permesso ai giocatori di portare palla sono stati fissati nel 1845. Eton ha seguito l’esempio nel 1849 con regole che, in deliberata contrasto Rugby, vietavano Etonians dalla gestione della palla. Alle università, studenti portarono con loro le regole preferiti dai loro scuole pubbliche.

Dopo alcuni tentativi di riconciliare i vari codici di Cambridge ha prodotto un codice rivisto nel 1863, che non ha fatto menzione di gestire la palla. Queste regole Cambridge dovevano costituire la base del codice eventualmente adottata dalla Football Association con sede in quello stesso anno.
Passione e professionalità

La crescita della Federcalcio nel tardo 19 ° secolo è stato notevole. Società dilettantistiche a volte legati a imprese o chiese, ma più spesso riflettendo lealtà di quartiere, come funghi nelle città industriali e le città del nord (nel 1880 solo il Liverpool ha avuto più di un centinaio).

Molte squadre hanno costruito i loro motivi tra fabbriche e le case del lavoratore, cementando il sostegno delle loro comunità locali. All’inizio del 20 ° secolo, molte delle più grandi città aveva due grandi squadre e la rivalità locale, spesso intenso tra questi club è stato regolarmente giocato prima orde di spettatori entusiasti, partigiane che rappresentavano i più grandi raduni regolari in tempo di pace.

Le passioni settarie-alimentato di 50.000 o più che hanno regolarmente assistito giorno di Capodanno scontri tra il Celtic e Rangers hanno trovato uno sbocco nel 1909, quando 6.000 tifosi sono insorti a seguito di un pareggio tra le due squadre; 54 poliziotti sono rimasti feriti, il terreno danneggiati e praticamente ogni lampione in prossimità dello stadio distrutto.

L’ultima volta che il Tottenham era nulla di buono … finale di FA Cup 1901.

La competitività feroce che ha guidato le squadre verso campionato e coppa gloria accelerato la professionalizzazione del calcio. Affamato di successo sul terreno di gioco, le squadre hanno cominciato a reclutare giocatori da lontano e in largo per realizzare le loro ambizioni. Squadre Victorious, come il lato che ha vinto la coppa per il Tottenham Hotspur nel 1901, spesso non contenevano operatori locali. Eppure, i sostenitori hanno continuato a identificarsi con gli individui che indossavano i colori della squadra.

Calciatori professionisti sono stati percepiti come eroi della classe operaia e sono stati pagati di conseguenza: nel 1931 il salario massimo annuo di un calciatore professionista (compresi i bonus non ufficiali) era probabilmente quasi £ 400, una cifra di gran lunga superiore al salario medio industriale. Indennità di trasferimento avrebbero anche sempre in aumento.

Nel 1930 il calcio era ancora visto come intrattenimento a buon mercato, ma è stato anche un grande business, offrendo crescenti opportunità di lavoro. La domanda di notizia aveva creato giornali sportivi come il Sabato pomeriggio Pink ‘Un e Green’Un. La domanda di cibo e bevande beneficiato il settore della ristorazione. La domanda di sigarette ha portato al culto della scheda sigaretta resa famosa da John Player e Figlio. E la domanda di gioco d’azzardo ha generato piscine aziende come Littlewoods e Vernons.

C’era anche la pubblicità; i finalisti FA Cup del 1934 promosse pantaloni di flanella, Frumento sbriciolato e lucido per scarpe. Alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, The Times potrebbe descrivere il calcio come “qualcosa di simile a una industria nazionale”.
L’età d’oro?

Nel dopoguerra abbiamo assistito ad un abisso sempre più crescente tra i club ricchi e poveri, dove il successo per l’elite non è misurata dalla performance sul campo, ma di prestazioni in borsa.

£ 85.000.000 uomo, Gareth Bale. Pablo Morquecho, CC BY

Clubs ora reclutare dirigenti al di fuori del Regno Unito e comprare giocatori di ogni nazionalità. Nella loro scia sono venuti i medici del team, dietisti, psicologi dello sport e pubblicisti. I giocatori ora sono celebrità con agenti e assistenti personali. Il meglio guadagnare di più in una settimana che il primo ministro fa in un anno – e più in sei settimane di un infermiere farà in una vita di servizio con il SSN.

Lo spettacolo che guardiamo e leggere ogni giorno è venduto a noi con una sofisticatezza sempre maggiore che massimizza la fedeltà alla marca impareggiabile sulla strada.

Il calcio non ha mai avuto così bene, ma le domande rimangono da direzione futura del gioco. Sarà, come alcuni prevedono, la bolla del settore scoppiare? Sarà tifosi stanchi di una manciata di club bonifica nazionale e condividendo i premi europei tra di loro? Fiera play finanziario ha dimostrato di essere senza denti. Certo una sorpresa, forse, data la natura high-stakes del gioco.

E adesso? Nessun tetti salariali e indennità di trasferimento illimitati significa che in Inghilterra non c’è nulla per impedire che i club più ricchi di acquistare non solo i giocatori più affermati, ma anche molti ragazzi non provati – stelle in divenire che non sono ancora abbastanza vecchio per votare. E se il migliore indicatore di dove un team finirà è la spesa salariale annuale – occasionale brillantezza manageriale e incompetenza salvo – le cose potrebbero ottenere un po ‘troppo prevedibile per gli appassionati già costretti a sborsare di più per guardare una partita di quanto non abbia mai fatto prima.

Mi piace molto il calcio!